Accedi al sito
Serve aiuto?

Parco Neapolis - Siracusa

RILIEVO INTEGRATO DEL PARCO ARCHEOLOGICO NEAPOLIS DI SIRACUSA, ESEGUITO CON TECNOLOGIA 3D LASER SCANNER, STAZIONE TOTALE E GPS, E ORTOFOTOGRAMMETRIA

Ente Appaltante: INVITALIA (Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa SpA)
Committenza: Dott Ing Massimiliano Angelo Patriarca

 

 

 

Il parco archeologico della Neapolis  ospita al suo interno i più importanti resti della Siracusa del periodo greco ed ha valso alla città il titolo di patrimonio mondiale dell'umanità dell'Unesco. Il teatro greco, l'anfiteatro romano, le latomie, l'orecchio di Dionisio, l'ara di Ierone, sono solo alcuni dei monumenti che si trovano localizzati in questa vasta area verde localizzata oggi all'immediato ingresso della Siracusa moderna.

Orecchio di Dionisio - Operazioni di Rilievo Orecchio di Dionisio - Ingresso Grotta
Teatro Greco - Operazioni di rilievo Grotta dei Cordari - Interno

L’oggetto del rilievo è rappresentato dall'area del parco della Neapolis di Siracusa e precisamente dalla parte di parco che da Via Paradiso si sviluppa a Nord Ovest fino alla Via Giulio Emanuele Rizzo, includendo l'area adiacente al teatro Greco, la Latomia del Paradiso, l'Orecchio di Dioniso e la Grotta dei Cordari ed infine la parte del parco a Sud della Via Paradiso costituita dall'Ara di Ierone. Tutta l'area oggetto di rilievo si sviluppa per una superficie complessiva di circa  140.000 mq.
Nella redazione del rilievo è compresa l'acquisizione dell'inquadramento dell'area, delle visure catastali e delle cartografie oltre dei dati del PRG riferiti all'area in oggetto. Il rilievo comprende anche tutti i manufatti presenti all'interno dell'area in oggetto e le principali indicazioni planimetriche dei manufatti archeologici, dei percorsi interni e delle recinzioni perimetrali.Inoltre per le strade e i sentieri presenti all'interno dell'area è richiesta la restituzione di profili longitudinali e di sezioni trasversali in modo da definire le condizioni e l'andamento orografico dell'area. Infine è richiesta l'individuazione del sistema impiantistico presente all'interno del parco, pertanto i punti di allaccio ai sottoservizi e le linee dei servizi stessi.

METODOLOGIA DI RILIEVO
Il rilievo pur essendo un rilievo topografico, data la morfologia dell'area e le difficoltà dettate dalla presenza di numerosi beni archeologici, è stato eseguito oltre che con stazione totale e GPS,  con l'ausilio della tecnologia Laser Scanner 3D. Dette tecnologie sono state utilizzate tutte insieme, integrando i dati di un sistema con quelli generati dagli altri ed infine i dati ottenuti sono stati uniti utilizzando un medesimo sistema di riferimento.
In questi casi la tecnologia Scanner laser 3D si è rivelata un supporto fondamentale in quanto i dati ottenuti sono oggettivi ed estremamente versatili. Lo Scanner Laser 3D ha consentito di acquisire digitalmente in pochissimo tempo oggetti tridimensionali complessi e di grandi dimensioni sotto forma di nuvole di punti. Ciascun punto rilevato è definito da una posizione spaziale in coordinate x-y-z rispetto al punto di origine rappresentato dalla posizione dello scanner, dato che poi è stato integrato con il rilievo topografico eseguito con stazione totale e con sistema GPS e che ha permesso di riferire le coordinate dei punti in un'unico sistema di riferimento.

Interno Orecchio di Dionisio